COMUNE DI DONGO (Provincia di Como)

 Piazza Paracchini, n. 6 - cap. 22014 -  Fax N. 0344/82276
e.mail Ufficio Protocollo:
info@comune.dongo.co.it
(posta elettronica certificata): comune.dongo@pec.provincia.como.it
 
 
Comune di Dongo Veduta Comune di Dongo Passeggiata a Lago Municipio

ELEZIONI EUROPEE COMUNALI 2014

Eventi e News

Pubblicata il 17/06/2014
Museo della Fine della Guerra - Dongo - La resistenza sul Lago di Como e la Cattura di Mussolini, inaugurato lo scorso 12 Aprile 2014, propone un nuovo allestimento ed un percorso di visita volto a ricostruire gli eventi storici legati alla Resist...
Pubblicata il 06/06/2014
Scadenze I.U.C. ( Imposta Unica Comune )
Pubblicata il 28/05/2014
Modulo di adesione
Pubblicata il 28/05/2014
Modulo di adesione
Pubblicata il 07/03/2014
Relazione di fine mandato 2009/2014
Pubblicata il 01/01/2013
NUOVI ORARI DI APERTURA   Mercoledì:  14.30/18.30 Venerdì: 14.30/17.30 Sabato:  9.00/12.00  -  14.30/18.30  
Pubblicata il 01/01/2013
APERTURA AL PUBBLICO Martedì dallle 9.00 alle 12.30 Giovedì dalle 9.00 alle 12.30 e dalle 14.00 alle 17.00 Sabato dalle 8.30 alle 12.30
 
 
 

PIano di Governo del Territorio

Amministrazione trasparente

UFFICI COMUNALI

Uffici Comunali

REGOLAMENTI

I Regolamenti Comunali sono presenti nella sezione Trasparenza, sottotitolo " Disposizioni Generali" e successivamente " Atti Generali "

GEMELLAGGIO DONGO - ARROMANCHES LES BAINS


Dal 18 settembre 1998 Dongo è gemellato con Arromanches les Bains, villaggio della Normandia. Il gemellaggio è nato sulla base di un'affinità storica tra i 2 paesi: Dongo, con l'arresto di Mussolini, ha vissuto fisicamente la fine del fascismo e della guerra; Arromanches, con la creazione del porto Churchill, ha reso possibile l'invasione dell'Europa dopo il celebre sbarco del 6 giugno 1944. In questi anni il gemellaggio, attraverso gli scambi di ospitalità, ha prodotto rapporti di vera amicizia e conoscenza tra genti diverse che si sono sentite così veramente europee. Inoltre sono stati coinvolti in queste esperienze i ragazzi della scuola media che hanno potuto così fruire di sperienze ricche di significato sia storico che umano.